Giornalista e divulgatore ha condotto “Screensaver” su Rai3, “Nautilus” su Rai Cultura, “Big Bang” su Dea Kids. E’ in onda su Radio24 con “I Padrieterni”, collabora con “La Stampa” e “Topolino”. Con Telmo Pievani ha realizzato il podcast e il libro “Terra in vista – La scienza e la tecnologia spiegate a mio figlio”. Con Margherita Hack ha scritto “Perché le stelle non ci cadono in testa?” e “Nove vite come i gatti”; con la climatologa Elisa Palazzi “Perché la Terra ha la febbre?” e il podcast “Bello Mondo”.
Con “Teste Toste” ha vinto il premio “Andersen” per la miglior collana scientifica e ha vinto il premio “Alberto Manzi” per la comunicazione educativa. Sue ultime fatiche “Il manuale delle 50 missioni per andare su Marte (con Pierdomenico Baccalario) e “Vi teniamo d’occhio – Il futuro sostenibile spiegato bene”.

Con una Laurea in Fisica e un Dottorato in Modellistica Fisica per la Protezione dell’Ambiente conseguiti presso l’Università degli Studi di Bologna, Elisa Palazzi è stata ricercatrice dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del CNR di Torino fino all’estate del 2021. Oggi è professoressa associata presso l’Università degli studi di Torino dove insegna Fisica del Clima. I suoi principali interessi scientifici riguardano lo studio del clima e dei suoi cambiamenti nelle regioni di montagna, sentinelle del cambiamento climatico, per capire quali siano i fattori che influenzano lo stato dei ghiacciai e la disponibilità futura di risorse idriche. Svolge attività di divulgazione scientifica sui temi del clima e del cambiamento climatico per le scuole e il pubblico adulto. E’ autrice, insieme a Federico Taddia, del libro per ragazzi “Perchè la Terra ha la febbre?”, edito da Editoriale Scienza (2019) e del podcast “Bello Mondo” prodotto da Chora Media e ascoltabile su Spotify.

Ha un dottorato di ricerca in Computer Science, insegna nella scuola secondaria. Dal 2005 fa parte del progetto FUSS (Free Upgrade for a digitally Sustainable School), fornendo consulenza alle scuole e supporto tecnico e didattico ai docenti per l’utilizzo delle nuove tecnologie nella didattica. Propone e crea attività seguendo gli insegnamenti promossi da Seymourt Papert, un matematico, informatico e pedagogista sudafricano secondo cui il processo di apprendimento è un processo di costruzione di rappresentazioni più o meno corrette e funzionali del mondo con cui si interagisce.
Per Papert l’essere umano, a prescindere dall’età, ha bisogno di avere a disposizione materiali concreti affinché la conoscenza acquisita sia tanto più vicina alla realtà. Il suo pensiero parte dall’osservazione di attività di alcune civiltà africane, in cui i bambini costruivano case in scala o manufatti in giunco. Secondo Papert, la mente ha bisogno di materiali da costruzione appropriati, esattamente come un costruttore.

Ilenia Fronza, ricercatrice alla Libera Universita Di Bolzano . Nella sua ricerca di occupa di ingegneria del software, in particolare di sistemi dinamici. È ideatrice e coordinatrice del progetto Mobiledev, la scuola dedicata allo sviluppo di app Android e IOS per ragazze e ragazzi ( https://mobiledev.inf.unibz.it/#about ).
Con “Teste Toste” ha vinto il premio “Andersen” per la miglior collana scientifica e ha vinto il premio “Alberto Manzi” per la comunicazione educativa. Sue ultime fatiche “Il manuale delle 50 missioni per andare su Marte (con Pierdomenico Baccalario) e “Vi teniamo d’occhio – Il futuro sostenibile spiegato bene”.

Si occupa di comunicazione della scienza soprattutto per i più piccoli, per scuole e famiglie.
Dopo la laurea in Scienza dei materiali all’Università di Padova, ha conseguito il dottorato nella medesima disciplina e si è poi dedicata alla ricerca nel campo delle nanotecnologie per applicazioni biomediche. Ha fondato la rivista di scienza per ragazze e ragazzi PLaNCK! ed è presidente dell’associazione di divulgazione scientifica Accatagliato, per la quale organizza attività rivolte a ragazzi, scuole e famiglie e gestisce progetti culturali. Collabora con l’Università di Padova curando le collane di libri per ragazzi Storie libere e I libri dell’orto, edite rispettivamente da Carthusia Edizioni e Editoriale Scienza. Nel 2018 e 2019 ha collaborato con Radio24 all’interno della trasmissione Terra in vista – la scienza e la tecnologia spiegate a mio figlio, condotta da Federico Taddia e Telmo Pievani. È autrice, insieme a Telmo Pievani, del libro Giganti per davvero (Editoriale Scienza,2020) e di Tanti esperimenti STEM (Editoriale Scienza, 2022). Si occupa di formazione nel campo della comunicazione scientifica per ragazze e ragazzi e per insegnanti della scuola primaria per enti, istituzioni e case editrici. Collabora nella stesura dei testi e realizzazione di video didattici per Giunti Scuola.
Nell’autunno 2021 è stata scienziata co-conduttrice de La Banda dei Fuoriclasse su RAI Gulp.

L’edizione di Eureka 2022 si è concluso, la prossima si aprirà a febbraio 2023. Vi inviatiamo intanto alla premiazione dell’edizione 2022 il giorno 12 novembre alle ore 17.00 presso Castel Mareccio.
Presto nuove informazioni sul concorso!

Torna su