Incontri e spettacoli

Talk e spettacoli, per un pubblico dai 14 anni in su.

Qui di seguito ci sono le informazioni per poter accedere agli eventi (per le informazioni complete visitare la sezione COME PARTECIPARE).

1. Per partecipare a tutti gli eventi è necessaria la certificazione verde COVID-19 (Green Pass).

2. Talk e spettacoli sono accessibili su prenotazione collegandosi a questa pagina oppure selezionando l’apposito modulo di prenotazione sotto l’evento d’interesse. Si può accedere senza prenotazione solo qualora ci siano ancora posti disponibili.

3. Per tutti coloro che effettuano la prenotazione è necessario presentarsi 15 minuti prima dell’orario di inizio dell’evento presso il Centro Trevi. In caso contrario non è garantito il posto riservato oltre quell’orario.

4. Si può partecipare agli incontri e spettacoli anche senza prenotazione, presentandosi presso il Centro Trevi direttamente per l’evento di interesse. In questo caso è necessario arrivare presso la sede del festival 30 minuti prima dell’orario di inizio dell’evento e l’ingresso sarà consentito fino a esaurimento dei posti lasciati liberi dalle prenotazioni.

5. I posti per ogni evento sono limitati e si accettano visitatori e visitatrici fino a esaurimento posti. Il numero di posti è quello consentito dalle attuali norme sanitarie per contenimento della pandemia da Covid-19.

VENERDÌ 12

  • Ore 20:00 – Indagare i misteri con la lente della scienza.

Conferenza-spettacolo a cura di Massimo Polidoro (CICAP). PRENOTA QUI

Il “mistero” è l’esperienza più bella che possiamo fare, diceva Einstein, culla dell’arte e della scienza. E la scienza affronta l’ignoto per aiutarci a scoprire ciò che ancora non conosciamo. Tra indagini del CICAP e classici del “mistero”, una cavalcata per scoprire perché la scienza, nonostante i suoi limiti, è quanto di più prezioso l’uomo sia riuscito a inventare.

Spesso crediamo alla magia, ai fenomeni paranormali o alle notizie più improbabili perché, in qualche modo, i nostri sensi e il modo in cui funziona la nostra mente ci hanno spinto a credere all’incredibile. Crediamo, insomma, quello che vedono i nostri occhi, che sentono le nostre orecchie o che ci sembra a una prima impressione: dimenticando, però, che talvolta possiamo tutti cadere in errore. Massimo Polidoro presenterà alcuni paradossi percettivi e alcuni trabocchetti cognitivi, illustrando come la nostra mente possa trarci in inganno e farci credere a fenomeni inesistenti. Nel suo incontro, che prevede anche qualche “esperimento” con il pubblico, approfondirà diversi argomenti dalla lettura del pensiero all’attendibilità dei testimoni oculari, dalla psicologia dell’insolito ai trucchi di maghi e veggenti… e spiegherà come sia possibile affrontare il mondo dell’insolito con gli strumenti della scienza e difendersi dalle bufale che imperversano sul web e non solo. Alla fine della conferenza è previsto uno spazio di dialogo con i partecipanti.

SABATO 13

  • Ore 11:00 – PERCHÉ CI CREDIAMO? Tra informazione e disinformazione

Con Fabiana Zollo (Università Ca’ Foscari, Venezia). PRENOTA QUI

Viviamo in un mondo iperconnesso e negli ultimi anni il modo in cui ci informiamo ha subito notevoli cambiamenti, generando un vero e proprio cambio di paradigma rispetto al passato. Tale contesto ha sicuramente contribuito ad esacerbare il fenomeno della disinformazione digitale di massa, che dal 2013 viene ormai considerata dal World Economic Forum tra i più pericolosi rischi geopolitici del nostro tempo. In questo incontro sfrutteremo le tracce lasciate online da milioni di utenti per studiare quantitativamente le cosiddette echo chamber, gruppi polarizzati di individui accomunati da una visione simile del mondo. Analizzeremo il ruolo del pregiudizio di conferma nella diffusione delle informazioni e le dinamiche sociali ed “emozionali” che caratterizzano gli spazi informativi digitali. Ci soffermeremo, inoltre, sulle dinamiche di diffusione dell’informazione su scala globale e relativamente a tematiche di rilevanza socio-politica, evidenziando il ruolo chiave rivestito dalla polarizzazione nelle meccaniche informative, e cercando di capire e mappare il sempre più complesso spazio in cui ci muoviamo.

  • Ore 15:00 – LE MILLE E UNA SCIENZIATA. Dati, attualità e prospettive per una scienza più inclusiva

Con Laura Busato (She is a scientist), Manuel Gatto e Laura Cherchi (Ufficio Ricerca Scientifica – Provincia Autonoma di Bolzano), Evelyn Kustatscher (Museo di Scienze Naturali di Bolzano). PRENOTA QUI

Quello tra donne e scienza è un legame forte, troppo spesso però rappresentato come una serie di eccellenze e mosche bianche. Ma è davvero così? Attraverso dati, esempi e pratiche di successo, racconteremo il ruolo delle ragazze e delle donne nella scienza oggi, dalla loro formazione al mondo del lavoro. Ma racconteremo anche con quali strategie e modalità di comunicazione è possibile oggi valorizzare una scienza più inclusiva e che veda nella partecipazione femminile un valore aggiunto e non più un elemento di straordinarietà.

  • Ore 17:00 – EUREKA! Premiazione del concorso di idee scientifiche per ragazze e ragazzi

Ecco la premiazione delle idee e le invenzioni presentate da ragazze e ragazzi tra gli 8 e i 18 anni in occasione del concorso “Eureka” promosso dall’Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano. PRENOTA QUI

  • Ore 18:45 – LA SCIENZA DI GUERRE STELLARI

Spettacolo a cura di Luca Perri. PRENOTA QUI

Nel 1977 il mondo scoprì una nuova galassia, ricca di pianeti e tecnologie di ogni tipo.
Iperspazio, pistole laser, droidi, porti spaziali e una misteriosa Forza capace di connettere tutti gli esseri viventi.
Ma quanto la fantascienza attinge dalla scienza reale per ricreare questi mondi e civiltà? Sulla Terra sappiamo costruire una Morte Nera? E un raggio traente? Potremmo progettare la tuta di Dart Vader? C’è però un altro aspetto da considerare: quanto la scienza trae ispirazione dalla fantascienza cinematografica? Un quiz interattivo per capire quanto il rapporto tra fantasia e scoperte sia più stretto di quel che si immagini. E, soprattutto, per scoprire che la relazione non è a senso unico.

DOMENICA 14

  • Ore 11:00 – La montagna racconta il clima che cambia

Con Elisa Palazzi (CNR Torino) e Filippo Orlando (Associazione Meteo Trentino Alto Adige – MTAA).

PRENOTA QUI

Stiamo vivendo il cambiamento climatico, lo viviamo ogni giorno. Ma come rispondono le montagne a questo cambiamento? Come cambiano? Che segnali ci danno? E che cosa dobbiamo aspettarci per il prossimo futuro?

  • Ore 16:15 – Chiusura del festival: dialoghi astronomici

Con Cesare Barbieri (Università di Padova e associato INAF), Paolo Nespoli e Daria Guidetti (INAF). PRENOTA QUI

Un evento per parlare di esplorazione spaziale tra passato, presente e futuro con le esperienze di grandi esperti ed esperte. Inizierà il professor Cesare Barbieri e interverranno poi in modalità online durante l’evento Paolo Nespoli, astronauta italiano che ha passato 3131 giorni nello spazio, e Daria Guidetti, ricercatrice e divulgatrice scientifica dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Evento realizzato in collaborazione con Movimento Universitario Altoatesino (MUA).