Il Racconto Del Festival

Foto: Nicola CagolSCOPRI TUTTA LA GALLERY QUI

Lo scorso weekend è andato in scena il Festival di Scienza ‘’Le Mille e una Scienza’’ giunto alla sua seconda edizione.

Il Festival è organizzato dal Centro di Cultura Giovanile TesLab di Arciragazzi Bolzano e da Associazione Accatagliato con il sostegno dell’Ufficio Politiche Giovanili Alto Adige.

L’edizione di quest’anno è stata l’edizione dei grandi numeri e dei grandi cambiamenti, come abbiamo raccontato nei mesi scorsi. Il Festival di quest’anno è stato un viaggio, un viaggio nel mondo della scienza dell’Alto Adige.

Un mondo che è stato rappresentato quasi nella sua totalità provinciale, otto gli enti di ricerca e divulgazione coinvolti: Libera Università di Bolzano, NOI TechPark, Eurac Research, Eco Research, Laboratorio Laimburg, Istituto Fraunhofer Italia, Museo di Scienze Naturali e Planetarium.

Ma non solo, hanno preso parte all’attività anche enti del Terzo Settore, come l’Associazione Juvenes e Sagapò APS, ed enti culturali come La Biblioteca Amadori e la Libreria Ubik.

Sono stati tre giorni intensi, tre giorni in cui si sono alternati laboratori, stand, eventi e spettacoli in cinque sedi all’interno del Centro Storico di Bolzano.

Possiamo affermare con certezza che sono stati oltre 1001 i visitatori nelle due sedi principali, Castel Mareccio e UniBz. Anche le altre sedi, che hanno ospitato laboratori su iscrizione, hanno raccolto una partecipazione da tutto esaurito a tutti gli appuntamenti proposti.

Ma cosa è successo durante questi tre giorni? A Castel Mareccio si è parlato e sperimentato di fermentazione, visuale 3D, solitudine, robotica e tanto tanto altro. Inoltre, si è svolta la premiazione del concorso Eureka, lo spettacolo di Federico Taddia, quello di Andrea Vico e Valentina Bracchi ed infine la diretta di Rai Alto Adige per lo speciale di Passpartù che parlava di noi. 

All’università, la nostra ‘’Piazza della scienza’’ gli stand presentati hanno incentrato proposte sulla tecnologia e sull’informatica, ma non solo! E’ stato presentato  ”Ahia! Perchè è un bene sentire male!” il fumetto di Larissa de Clauser e Marco Tabilio, e si è tenuto lo spettacolo di Tax 1729.

Eurac è stato teatro di prelevamenti nel torrente Talvera e analisi in laboratorio, mentre al Museo di Scienze Naturali ci si occupava di temi come la gravità e lo spazio. Al Vintola18, invece, si è tenuto l’evento di chiusura con Geo il Giocoliere, che ha meravigliato il pubblico con il suo spettacolo di scienza e giocoleria per grandi e piccini.

Che dire?!

Il team di organizzazione è più che soddisfatto dei risultati raggiunti, Arciragazzi Bolzano e Accatagliato, visto il grande successo, non vedono l’ora di ripartire a pensare e ideare l’edizione 2023.

Ringraziamo tutti i partecipanti, le loro famiglie, amici, giornalisti, partner ed enti pubblici intervenuti.

Per la galleria foto, lab ed eventi CLICCA QUI!

Buon viaggio, seguite la lampadina e presto grosse novità!

Facebook Instagram

Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: